La stampa a colori non è più un’impresa monumentale come lo era anni fa

La stampa, con l’avanzare della tecnologia, sia su supporto cartaceo che su supporto rigido, si è semplificata molto.

Ma cosa vuol dire esattamente stampare a colori?

Normalmente si crede che la stampa a colori sia ottima a prescindere dalla tecnica usata per la stampa stessa. In realtà il mondo della stampa a colori è molto vasto e si avvale di svariate tecniche.

Per la stampa su cartaceo esistono soprattutto due tecniche: l’offset, ovvero la stampa tradizionale a matrici e cilindri e il digitale (chiamata anche stampa xerografica).

Entrambi i metodi hanno pregi e difetti che favoriscono la qualità, l’economia o il tempo di produzione.

L’offset (ossia il metodo tradizionale analogico) offre alta qualità e precisione, con una alta risoluzione.

La stampa offset predilige tirature medio-alte poiché ha un costo di preparazione abbastanza elevato che viene ammortizzato con l’aumentare della quantità di immagini da stampare.

La stampa in digitale, tecnica relativamente recente, che include macchine e toner a getto d’inchiostro, con definizione che varia dai 300dpi fino a 2400dpi  ha il vantaggio, invece, che per ogni copia o per copie differenti, il rullo dev’essere necessariamente ricaricato permettendo di stampare sempre la stessa copia o copie differenti anche in numeri esigui di immagini.

Lo svantaggio sta nel costo copia superiore rispetto all’offset in caso di grandi tirature di copie identiche.

Per anni è stata negata la possibilità di stampare prodotti commerciali, tipo brochure o depliant, in bassa tiratura, per via dei costi proibitivi.

Oggi, attraverso nuovi metodi di stampa, è possibile stampare gli stessi prodotti in piccole quantità con la stessa qualità di un prodotto d’eccellenza fotografica, avente alta risoluzione e massimo dettaglio.

La stampa a colori ai giorni nostri, non è più un’impresa come lo era anni fa tanto da essere utilizzata da ognuno di noi, in ogni luogo e momento, per prodotti differenti.

La ritroviamo nei book fotografici di famiglia che sovente ci regaliamo o nelle tele che decidiamo di esporre sulle pareti delle nostre case, dei nostri studi professionali o dei nostri uffici.

La stampa a colori, nei suoi più disparati formati, fa parte ormai della nostra vita e ci dona ogni giorno la possibilità di rendere unici gli ambienti in cui viviamo perché parlano di noi, del nostro essere.

A mio modesto parere questa è una cosa straordinaria. Non credi anche tu?

 

Lascia un commento